{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Educazione

Ruolo delle donne e sviluppo del Sud Italia

Il talento femminile per la crescita economica e sociale del paese

Mercoledì 9 dicembre 2020 si è svolto l'incontro “Il ruolo delle donne nello sviluppo del Sud Italia”, un dialogo moderato dal Direttore de Il Mattino Federico Monga con la partecipazione di Paola Angeletti - Chief Operating Officer Intesa Sanpaolo -, il Ministro per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti e il Ministro per il Sud e la coesione territoriale Giuseppe Provenzano in rappresentanza del mondo politico,  Lucrezia Reichlin Presidente Fondazione Ortygia Business School e Professore di Economia alla London Business School, Rosa Grimaldi Ordinario di Imprenditorialità e Gestione dell’Innovazione dell’Università di Bologna in rappresentanza del mondo accademico e Marina Lalli Amministratore Unico Terme Margherita di Savoia come voce dell’imprenditoria femminile.

Rivedi l'evento:

Al centro dell’evento il ruolo delle donne, ancora troppo marginale nello sviluppo socio-economico del Paese, All’innalzamento della scolarizzazione femminile, corrisponde un marcato orientamento verso materie umanistiche rispetto a quelle tecnico-scientifiche, una bassa presenza nel mondo del lavoro e una carenza ancora più forte nei ruoli decisionali. A questi aspetti si aggiunge  un sistema di welfare inadeguato alle esigenze lavorative.

In Italia il quadro è molto differenziato, sicuramente nel Mezzogiorno questi fenomeni assumono dimensioni più significative.

L’emergenza sanitaria ha ulteriormente allargato il divario tra Nord e Sud sia in ambito economico che socio-lavorativo. Il passaggio a nuove modalità di lavoro - smart working, lavoro agile e flessibile – rappresenta una necessità per le aziende e, al contempo, un’occasione per favorire l’inclusione e dare nuova linfa al Mezzogiorno, economicamente e non solo. 

Per offrire alle donne maggiori possibilità di accesso al mondo del lavoro in tutte le sue forme e ai ruoli decisionali, occorre quindi elaborare strategie per cambiare l’attuale paradigma coinvolgendo soggetti diversi: politica, istituzioni, scuola, mondo del lavoro e imprese, oltre alle donne che devono rafforzare la consapevolezza nella reale possibilità di valorizzare il loro ruolo all’interno della realtà produttiva italiana.

Durante l’evento, occasione di confronto costruttivo sugli argomenti esposti, è stato presentato il progetto “YEP - Young Women Empowerment Program - Mentoring per il Futuro delle studentesse universitarie” ,  realizzato in partnership con Ortygia Business School - Fondazione che ha come scopo quello di favorire l’innovazione e lo sviluppo della Sicilia e dell’area del Mediterraneo attraverso il supporto all’impresa e la valorizzazione del capitale umano.

Il progetto prevede un percorso di mentoring volto ad avvicinare giovani studentesse (mentee) del Sud Italia al mondo del lavoro, beneficiando - tramite affiancamento individuale - dell'esperienza di donne manager e professioniste di Intesa Sanpaolo (mentor). Per le giovani mentee è l’occasione per acquisire strumenti utili a proporsi al meglio e comprendere appieno i propri punti di forza e le proprie inclinazioni,  per essere leader e ambiziose nella “pianificazione” del proprio futuro, sia nelle scelte accademiche che in quelle di carriera.

L’iniziativa è rivolta alle iscritte ad un corso di Laurea Magistrale in materie economiche e scientifiche presso l’Università degli Studi di Napoli – Federico II, il Politecnico di Bari, l’Università della Calabria, l’Università degli Studi di Catania e l’Università degli Studi di Palermo.

Scopri le nostre iniziative

{"toolbar":[]}