{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Sostenibilità

Urban Award e la mobilità urbana sostenibile

Urban Award 4a edizione per la Mobilità Sostenbile Urbana

Intesa Sanpaolo è Top Sponsor della IV edizione di Urban Award, il premio, ideato da Ludovica Casellati, direttrice di Viagginbici.com, promosso da Anci e dedicato ai migliori progetti di mobilità sostenibile nei centri urbani. Quest’anno verranno valutate le iniziative dei Comuni che promuovono la bicicletta come alternativa ai mezzi pubblici.

I Comuni avranno tempo fino ad ottobre per presentare le loro candidature. I progetti verranno poi votati da una giuria, composta da istituzioni, opinion leader, associazioni e giornalisti, che porrà un’attenzione particolare alle politiche per il bike to work.

Il 15 luglio alle 15.00 si terrà la conferenza stampa di presentazione di questa edizione alla quale parteciperà anche Vittorio Brumotti, sempre vicino alle tematiche legate alla sostenibilità.

Intesa Sanpaolo, l'impegno per l'ambiente

Il nostro sostegno a questa iniziativa rientra pienamente nelle linee di azione del Gruppo che da sempre considera l’ambiente, e in particolare il cambiamento climatico, come parte essenziale di una strategia sociale e ambientale più ampia e articolata finalizzata all’integrazione della sostenibilità in tutte le strutture e le banche di Intesa Sanpaolo.

Consideriamo una chiara responsabilità della Banca l’attuazione di piani d’azione specifici e la realizzazione di progetti e processi per comprendere e gestire in modo rigoroso e costruttivo sia le attività aziendali che i rischi sociali e ambientali e le relative azioni di mitigazione. La tutela dell'ambiente e l'attenzione ai cambiamenti climatici sono dimensioni chiave dell’impegno di responsabilità del Gruppo e sono ribadite nel Codice Etico e nelle Regole in materia di politica ambientale ed energetica.

Gli impegni dichiarati si riferiscono sia agli impatti diretti che a quelli indiretti, con l'obiettivo di valutare i rischi e le opportunità legate alle tematiche ambientali, riducendo l’impronta ecologica dell’azienda e quella dei suoi clienti e fornitori.

Intesa Sanpaolo si impegna ad osservare i principi dello sviluppo sostenibile ed ha aderito a importanti iniziative internazionali volte a promuovere il dialogo fra imprese, organismi sovranazionali e società civile e a perseguire il rispetto anche dell'ambiente. Supportiamo, ad esempio, le raccomandazioni della Task Force on Climate-related Financial Disclosures (TCFD) e aderiamo ai Principles for Responsible Banking, per avvicinare il settore bancario agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e a quelli fissati nell’accordo di Parigi sul clima del 2015. Aderiamo inoltre al CDP, organizzazione non profit che monitora le politiche e le performance energetiche delle imprese e la loro capacità di gestire le connesse opportunità economiche ed i rischi climatici.

Il nostro impegno e i progetti per ridurre le emissioni prodotte e gli obiettivi per il futuro vengono monitorati e rendicontati puntualmente agli stakeholder.

All’interno di questo impegno per l’ambiente si collocano la ricerca e gli studi dell’Innovation Technology nel campo delle nuove soluzioni di mobilità e dei processi d’innovazione che possono migliorare le condizioni di vita dei cittadini.

Esemplare il caso della collaborazione del nostro Innovation Center con Techstars per la realizzazione di un programma di accelerazione che ha fatto del capoluogo piemontese una capitale internazionale delle startup e della Smart Mobility.

Ecco alcune iniziative che sosteniamo per promuovere la cultura dell'innovazione e supportare nuove forme di economia nel Paese.

{"toolbar":[]}