{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD","clientIDSh":"9e04155b-dc20-4ad8-b40b-5d4c665631f2","signatureSh":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryptionSh":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyIDSh":"72a8b4f5-7fbb-427b-9006-4baf6afba018","userSh":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Cultura

"La caduta degli angeli ribelli" celebra Dante

Tra le opere delle collezioni permanenti delle Gallerie d’Italia a Vicenza, ve n’è una che per molti aspetti stupisce. Si tratta de “La caduta degli angeli ribelli”, capolavoro fino ad oggi attribuito al padovano Agostino Fasolato, uno strabiliante gruppo scultoreo, composto da circa sessanta figure scolpite con incredibile maestria da un unico blocco di marmo di Carrara. L’opera incarna l’eterna lotta tra il bene, rappresentato dall’arcangelo Michele con la spada infuocata, e le forze del male capeggiate da Lucifero, a guida degli angeli ribelli, avviluppati in un ammasso vorticoso in cui si insinuano ulteriori presenze associate all’immaginario demoniaco, come rettili e facce grottesche.

L’eccezionale viaggio da Vicenza a Roma

Questa opera preziosa lascia per la prima volta la sua attuale sede vicentina per intraprendere un viaggio straordinario verso Roma che la porta a concedersi temporaneamente allo sguardo dei visitatori della mostra-evento “INFERNO”, alle Scuderie del Quirinale dal 15 ottobre 2021 al 9 gennaio 2022. Un prestito che ha comportato un complesso processo organizzativo e di trasporto, attraverso il quale Intesa Sanpaolo ha voluto dare il proprio appassionato contributo, offrendo ai visitatori della mostra un capolavoro in grado di provocare suggestioni di rara intensità.

Foto e video © Valter Maino

La mostra INFERNO

L’opera, in virtù della propria potente rappresentazione icastica, ha anche un valore iniziatico dell’intero percorso espositivo, proposto dal curatore della mostra Jean Clair, percorso che si dipana attraverso duecento opere d’arte concesse in prestito da più di ottanta tra grandi musei, raccolte pubbliche e prestigiose collezioni private. INFERNO costituisce uno degli eventi di spicco del programma delle celebrazioni nazionali per i Settecento anni dalla morte di Dante Alighieri raccogliendo opere di Beato Angelico, Botticelli, Michelangelo, Bronzino, Bosch, Bruegel, Goya, Manet, Delacroix, Rodin, Cezanne, Munch, Balla, Ernst, Dix, Richter, Kiefer. 

In occasione dell'importante prestito, uno studio a cura di Monica De Vincenti e Simone Guerriero ha portato a nuove ipotesi attributive che legherebbero l'opera allo scultore Francesco Bertos.

Intesa Sanpaolo per la cultura

Ecco alcune recenti iniziative per la valorizzazione dei patrimoni d'arte, di storia e di cultura della banca e del Paese

{"toolbar":[]}