{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD","clientIDSh":"9e04155b-dc20-4ad8-b40b-5d4c665631f2","signatureSh":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryptionSh":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyIDSh":"72a8b4f5-7fbb-427b-9006-4baf6afba018","userSh":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Cultura

A fianco del Teatro alla Scala: dietro le quinte di una grande stagione

IL 7 DICEMBRE MACBETH APRE LA STAGIONE DEL TEATRO ALLA SCALA

Anche quest’anno prosegue il nostro impegno a fianco del Teatro alla Scala. Sosteniamo e diffondiamo la cultura perché crediamo nel valore dell’arte come nutrimento per la crescita del Paese. In particolare crediamo nell’importanza di tutti coloro che con il loro talento e professionalità rendono possibile la realizzazione di grandi spettacoli come quelli del grande Teatro milanese.

La magia dell'inaugurazione della Stagione scaligera in anteprima per i giovani

La nostra attenzione è da sempre rivolta anche al mondo dei giovani. Sosteniamo infatti con convinzione il progetto LaScalaUNDER30, con iniziative a loro dedicate. Crediamo che investire sul valore delle nuove generazioni sia fondamentale per il futuro della nostra società. 


Il 4 dicembre Macbeth apre l'esclusiva stagione UNDER30 del Teatro alla Scala.

L’Anteprima UNDER30 della nuova stagione di Balletto sarà invece il 14 dicembre con La Bayadère di Rudolf Nureyev per la prima volta alla Scala.


In mostra: "Prima della Prima. Il rito dell'inaugurazione della Scala nell'Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo"

Spettatori all’uscita del Teatro alla Scala. Inaugurazione della stagione 1951‐1952, 7 dicembre 1951 ©Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo

Presso la Sala delle Colonne alle Gallerie d’Italia di Milano dal 2 dicembre  e fino al 14 febbraio è possibile ammirare la mostra fotografica dal titolo “PRIMA DELLA PRIMA. Il rito dell’inaugurazione della Scala nell’Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo”. L’esposizione rende omaggio al tradizionale evento inaugurale d'apertura della stagione del celebre teatro che, per i suoi risvolti mondani, ha assunto una rilevanza sociale e mediatica inimmaginabile. L’inaugurazione della stagione del Teatro alla Scala conserva sia il carattere rituale che il messaggio di resistenza, con desiderio di ripartire con buoni auspici. La mostra, articolandosi intorno a tre date (1946, 1951, 1968) ripercorre la storia della ‘cerimonia sociale’ rappresentata dall’inaugurazione attraverso una scelta di foto in ordine cronologico che scandiscono i momenti più significativi del Teatro. La rinascita del 1946, sotto la direzione del Maestro Arturo Toscanini, il 1951 anno in cui viene consacrata l’inaugurazione nel giorno di Sant’Ambrogio (prima a Santo Stefano), il 1968, che riporta agli anni del boom economico e a quelli della contestazione, fino ad arrivare alla vigilia della crisi degli anni ’70. 

 

Scopri di più su gallerieditalia.com

Rivivi alcuni momenti speciali della serata del 7 dicembre 2020

Intesa Sanpaolo è orgogliosa di aver accompagnato il Teatro alla Scala il 7 dicembre scorso nello spettacolo 'A riveder le stelle', una serata senza precedenti di cui è stata Partner, per testimoniare che l’arte e la cultura non si fermano e continuano a offrire emozioni e fiducia nell’avvenire. Una serata speciale in cui, ha spiegato il Sovrintendente Dominique Meyer, “abbiamo raccolto tutte le famiglie della Scala, con una lista straordinaria di interpreti”, mentre il Direttore musicale Riccardo Chailly ha presentato una proposta “che abbraccia un secolo di musica”.

Il giorno di Sant’Ambrogio 2020, dunque, non ha avuto la sua “prima” tradizionale, ma la serata è stata per il prestigioso Teatro, per i suoi musicisti, i suoi artisti, i suoi cantanti e per tutti i dipendenti un momento di speranza, di determinazione, l’occasione per portare nelle case degli italiani ed anche in quelle di molti cittadini europei un messaggio di fiducia che parla il linguaggio universale dell’arte portatore di sentimenti, passioni, bellezza.

Con l’organizzazione e la guida del Sovrintendente e Direttore Artistico del Teatro alla Scala Dominique Meyer, del Direttore Musicale M° Riccardo Chailly, del regista Davide Livermore, le più grandi voci del nostro tempo sono intervenute a Milano per testimoniare la loro vicinanza a un teatro duramente colpito dalla pandemia.

Potrebbe interessarti anche

Ecco alcune iniziative per la valorizzazione dei patrimoni d'arte, di storia e di cultura della banca e del Paese

{"toolbar":[]}