{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Educazione

Futurità: lo sviluppo sostenibile a scuola

Futurità, il progetto di educazione alla sostenibilità e di cittadinanza digitale è giunto alla conclusione. Ha coinvolto oltre 1200 studenti di 73 classi prevalentemente delle province di Bergamo e Brescia.

L’Agenda 2030 dell’ONU propone tra i suoi obiettivi lo sviluppo dell’Educazione alla Sostenibilità. Tali obiettivi non riguardano solo la conservazione dell’ambiente e delle risorse naturali, ma anche la costruzione di ambienti, città, modi di vivere inclusivi e rispettosi dei diritti fondamentali delle persone.
Per questo e per essere in fianco alla scuola, abbiamo pensato fosse necessario stimolare esperienze partecipative in cui gli studenti potessero diventare promotori e responsabili di azioni di rinnovamento e di interconnessione tra ambiente, economia e rapporti sociali.
Insieme ai partner abbiamo costruito un percorso che ha offerto ai docenti e agli studenti la possibilità di immaginare, progettare e realizzare attività multidisciplinari su tematiche ad alta sostenibilità e inclusività, comprendendo l’interazione e la collaborazione di altri soggetti del territorio, oltre che l’expertise e la concretezza tipiche del mondo delle imprese.

Il progetto

Futurità, infatti, è nato con un duplice obiettivo, il primo è stato quello di facilitare lo sviluppo della cultura della sostenibilità, portando nel mondo dei giovani e della scuola i nuovi modelli economici sostenuti da soggetti e da imprese vicine agli interessi e alla vita quotidiana delle giovani generazioni; il secondo si è concretizzato in strumenti di apprendimento per far comprendere agli studenti di terza e quarta superiore i meccanismi sottostanti alle strategie di sviluppo economico sostenibile.

Avviato già da Ubi Banca, Futurità è stato realizzato in partnership con Weschool, la start up che propone nuove metodologie didattiche digitali al mondo della scuola.
I contenuti del percorso - coerenti all’insegnamento dell’Educazione Civica – sono stati proposti con format diversi per il tramite di una piattaforma digitale.
I diversi temi - trattati in modo semplice, con linguaggi diretti e casi pratici - sono stati sviluppati in tre moduli.

Il primo modulo è stato dedicato ai temi dell’Agenda 2030 e alla data economy, si è parlato dell’impatto della sharing mobility, del movimento degli zero waster, e anche di cittadinanza digitale, di uso consapevole della tecnologia e dell’utilizzo dei dati personali da parte dei social network e dei motori di ricerca.

Il secondo modulo ha esplorato le professioni del domani nel campo della sostenibilità attraverso video interviste a professionisti come il Risk Manager Ambientale o il Digital Transformation Manager, che hanno spiegato come la sostenibilità abbia concreti risvolti sull’organizzazione delle aziende.

Il terzo modulo è stata una vera e propria challenge in cui gli studenti si sono cimentati nel role play “Una settimana da CEO”. Nel game, i ragazzi suddivisi in gruppi, immedesimati nel ruolo di amministratore delegato, hanno affrontato lo sviluppo di un progetto concreto pensato per migliorare il quoziente di sostenibilità della loro impresa.

 

La challenge e l’evento finale di Futurità

La challenge indicava diversi ambiti di sfida: la progettazione di un nuovo data center o di un nuovo ufficio, la creazione di un magazine, e anche il ripensamento dei trasporti o la sicurezza dei dati, questi ultimi molto attuali vista la crescente diffusione dello smart working.
I tanti progetti sviluppati presentano come tratti comuni l’impegno e l’entusiasmo dei ragazzi, oltre alla cura dei dettagli, l’attenzione al contesto di appartenenza e il tentativo di valorizzare le ricchezze del territorio.
I migliori progetti - valutati in base a criteri di fattibilità, creatività, originalità e  impatto - sono stati premiati durante un evento conclusivo tenutosi lo scorso 27 maggio con la partecipazione di oltre 400 persone tra studenti, insegnanti e genitori.

 

I progetti selezionati

Ecodataway – sviluppato dall’Istituto d’Istruzione Superiore C. Beretta, Liceo Moretti di Brescia per la progettazione del data center

-
ECOcasere
– sviluppato dal Liceo Scientifico Statale Nicolò Copernico di Brescia, per la progettazione del nuovo ufficio

-
Culture Week
– sviluppato dall’Istituto Tecnico Economico Tecnologico De Viti De Marco di Bari per la creazione del magazine culturale

-
Trasporto condiviso: ambiente col sorriso
– sviluppato dall’Istituto d’Istruzione Superiore C. Beretta, Liceo Moretti di Brescia per ripensare la Smart Mobility

-
Problemi di fiducia: SchoolBooK alla conquista!
– sviluppato dall’Istituto Tecnico Economico Tecnologico De Viti De Marco di Bari per la tematica della crisi di fiducia e furto dei dati

Futurità ha fornito agli studenti l’opportunità di riflettere sul significato del loro percorso di studio anche in chiave di orientamento.
A noi, ha consentito di contribuire alla diffusione della cultura della sostenibilità proponendo ai giovani un nuovo paradigma che stimola la trasformazione culturale e coinvolge i valori della cittadinanza e della responsabilità. In più, ci ha permesso di lavorare a stretto contatto con gli studenti che sono per noi una continua fonte di apprendimento e punto di partenza per immaginare il futuro. 
                                                                                                                                                                                                                                                                                                         giugno, 2021

Intesa Sanpaolo per l'educazione

Ecco alcune iniziative che sosteniamo per diffondere l'educazione e la conoscenza, garantire il diritto allo studio e sostenere la ricerca e le imprese del Paese

{"toolbar":[]}