{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Sociale

Asili Nido per Bambini Lungodegenti

Intesa Sanpaolo Asili Nido per Bambini Lungodegenti
Intesa Sanpaolo Asili Nido per Bambini Lungodegenti

Come nasce l'idea

Ci sono storie che all’improvviso costringono ad uno sguardo diverso: ad esempio quello di Giulia, che ha amplificato l’attenzione di Intesa Sanpaolo al mondo dell’infanzia. Il Programma Intesa Sanpaolo per Bambini Lungodegenti nasce così, dalla storia di una piccola bambina e dall’ascolto dei bisogni della sua famiglia, toccata - come tante altre famiglie - dall’esperienza traumatica di una malattia importante che sconvolge i primi anni di vita del bambino e incide pesantemente nello sviluppo delle sue capacità cognitive, relazionali ed emozionali.

Giulia era stata ricoverata dalla nascita in Ospedale e non aveva mai potuto frequentare il nostro asilo nido aziendale.

La sua famiglia un giorno si è rivolta alla Banca ponendo una domanda coraggiosa, una domanda che ha fatto scoccare la scintilla: come possiamo assicurare a Giulia il percorso educativo dell’asilo nido anche in ospedale? Come possiamo consentirle di mantenere la sua condizione di bambina e il suo diritto al gioco e ad una crescita motivata, pur nel difficile percorso della malattia? E come possiamo fare questo per altri bimbi nelle stesse condizioni?

La risposta: il progetto

La risposta è racchiusa in questo progetto il cui obiettivo è aiutare i bambini dai 0 ai 36 mesi a superare i fattori di rischio causati dallo stress traumatico al quale sono sottoposti durante la permanenza in Ospedale, attraverso un tempo dedicato a loro, con proposte di attività personalizzate, mirate allo sviluppo cognitivo comportamentale e agli affetti, ma soprattutto mirate a farli sentire semplicemente bambini e non ammalati. La voglia di sorridere, parlare, ascoltare storie, di camminare, disegnare, manipolare e creare, di cantare una canzone e battere le mani, di pronunciare qualche parola in più, di esprimersi. Basta poco per alleviare il dolore e il contesto ospedaliero: quando si gioca si entra in un mondo diverso dove ci sono solo leggerezza, esperienza e divertimento con altri bambini.

Dal 2016 ad oggi sono stati aperti 6 asili nido in altrettanti Istituti di eccellenza del territorio italiano quali l’Ospedale Infantile Regina Margherita a Torino, l'A.O.R.N. Santobono Pausilipon di Napoli, l’Ospedale San Gerardo di Monza, l’Azienda Ospedale - Università di Padova, l'Azienda Ospedaliero - Universitaria di Bologna IRCCS Policlinico di Sant’Orsola, l’Istituto Giannina Gaslini di Genova.

Questo progetto è realizzato in coerenza con i Sustainable Development Goals fissati dall'Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Per maggiori dettagli consulta la sezione Sostenibilità.

Intesa Sanpaolo per il sociale

Ecco alcune delle nostre iniziative

{"toolbar":[]}