{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD","clientIDSh":"9e04155b-dc20-4ad8-b40b-5d4c665631f2","signatureSh":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryptionSh":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyIDSh":"72a8b4f5-7fbb-427b-9006-4baf6afba018","userSh":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Cambiamento climatico

Strategia per il contrasto al cambiamento climatico

Il Gruppo Intesa Sanpaolo è consapevole della sfida posta dal cambiamento climatico e ha confermato, con il Piano d’impresa 2022-2025, il proprio impegno a contribuire al raggiungimento degli obiettivi climatici globali, riducendo il proprio impatto ambientale e favorendo la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio.

La tutela dell'ambiente e l'attenzione ai cambiamenti climatici sono dimensioni chiave della responsabilità del Gruppo e l’importanza di questo impegno è prima di tutto ribadita nel Codice Etico e declinata in specifiche policy: le Regole in materia di politica ambientale ed energetica, le Linee Guida per il Governo dei rischi ambientali sociali e di governance (ESG)  le Regole per il settore del carbone e le Regole per il settore oil&gas non convenzionale

SDGs ONU SUPPORTATI

L’impegno ambientale del Gruppo si concretizza anche nella partecipazione a gruppi di lavoro e iniziative internazionali, in particolare sul cambiamento climatico.

Impegno Net-Zero

Con la scelta di perseguire l’obiettivo Net-Zero entro il 2050 sia per le emissioni proprie che per quelle dei portafogli prestiti e investimenti, dell’asset management e dell’attività assicurativa, il Gruppo ha aderito a tutte le iniziative Net-Zero di UNEP FI: Net-Zero Banking Alliance (NZBA), Net-Zero Asset Managers Initiative (NZAMI), Net-Zero Asset Owner Initiative (NZAOA) e Net-Zero Insurance Alliance (NZIA).

Target Net-Zero

- Carbon neutrality per le proprie emissioni entro il 2030; 
- Obiettivo Net-zero entro il 2050 per tutte le principali linee di business: credito, investimenti e comparto assicurativo; 
- Target intermedi al 2030 per le emissioni finanziate di Oil&Gas, Power Generation, Automotive e Coal Mining1 e, dal 2023, Iron&Steel e Commercial Real Estate (CRE). I settori coperti da target setting rappresentano più del 66% delle emissioni finanziate del portafoglio delle aziende non finanziarie nei settori indicati dalla NZBA; 
- Il target dell’esposizione è pari a zero entro il 2025 per il settore dell’estrazione del carbone ed entro il 2030 per il settore Oil&Gas non convenzionale, in linea con la politica di esclusione (phase-out)    presente nelle rispettive policy del 2021. 
      Target e policy 
- Emissioni Wealth management: l’impegno Net-Zero si è consolidato anche attraverso i target intermedi – pubblicati a ottobre 2022 da parte delle società di Intesa Sanpaolo attive nel wealth management aderenti alla NZAMI e alla NZAOA.  
     Target Eurizon  
     Target Fideuram - Intesa Sanpaolo Private Banking 
     Target Intesa Sanpaolo Vita

Tutela del capitale naturale

Immagine iniziativa Think Forestry

Con il Piano di Impresa 2022-2025 Intesa Sanpaolo si è impegnata a un importante intervento  di salvaguardia e accrescimento del capitale naturale forestale per sostenere il percorso proprio e delle imprese clienti di riduzione delle emissioni di CO2 e di gestione delle emissioni residue attraverso la piantagione e preservazione di 100 milioni di alberi a livello globale. 

Nel 2023 è stato quindi lanciato- il Progetto Think Forestry, che permette l’accesso a un network di iniziative forestali nazionali e internazionali. Come primo passo, è stato avviato, in collaborazione con ReteClima, un ampio programma di messa a dimora di nuove piante per contribuire alla riforestazione del territorio italiano, con un investimento iniziale di 100 euro che consentirà di piantare migliaia di alberi. Le imprese possono accedere a Think Forestry a condizioni dedicate, grazie alla segnalazione dei gestori, mentre la Banca partecipa in modo diretto con il supporto alla creazione di nuove foreste e l’organizzazione di eventi di piantumazione in alcune città italiane. Nel 2023 sono stati realizzati i primi eventi di piantumazione a Torino e Roma.

Note:

1 Target rivisti in relazione ai target SBTi per i settori Automotive e Power Generation.

{"toolbar":[]}