{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD","clientIDSh":"9e04155b-dc20-4ad8-b40b-5d4c665631f2","signatureSh":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryptionSh":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyIDSh":"72a8b4f5-7fbb-427b-9006-4baf6afba018","userSh":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Obiettivi

Il nuovo Piano d’Impresa 2022-2025 conferma e prevede per il Gruppo una solida e sostenibile creazione e distribuzione di valore, un’elevata patrimonializzazione e una marcata connotazione ESG (Environmental, Social, Governance).

Con riferimento alle tematiche ESG, il Gruppo intende rafforzare ulteriormente il proprio ruolo di banca leader, con l’impegno non solo a destinare nel 2022-2025 circa 115 miliardi di euro alla comunità e alla transizione verde e circa 500 milioni di euro per supportare le persone in difficoltà, ma anche a raggiungere l’obiettivo di zero emissioni nette, entro il 2030 per le proprie ed entro il 2050 per i portafogli prestiti e investimenti e per l’asset management e l’attività assicurativa, e, in aggiunta, a proteggere e ripristinare il capitale naturale piantando oltre 100 milioni di alberi nel quadriennio del Piano, mediante iniziative dirette del Gruppo o finanziamenti alla clientela dedicati, e adottando una specifica politica per la biodiversità.

Famiglie e imprese
Famiglie e imprese

Nuovo credito a medio-lungo termine erogato all’economia reale per 328 miliardi di euro, di cui 285 miliardi in Italia.

Supporto alla clientela nella transizione ESG/climate mettendo a disposizione flussi cumulati di nuovi finanziamenti pari a 88 miliardi di euro.

Forte focus sull’inclusione finanziaria, sostenendola con 25 miliardi di euro cumulati nel 2022-2025 di credito sociale.

Promozione dell’innovazione perseguendo una nuova frontiera, anche avvalendosi di Intesa Sanpaolo Innovation Center, con il lancio di circa 800 progetti nel 2022- 2025 (circa +70% rispetto al 2018-2021):

Nuova frontiera negli investimenti sostenibili e nella protezione, per Eurizon crescita a 156 miliardi di euro di risparmio gestito investito in prodotti ESG nel 2025 da 110 miliardi nel 2021, aumentando l’incidenza sul totale del risparmio gestito al 60% dal 46% e il numero di nuovi fondi ESG sul totale dei nuovi fondi al 70% dal 58%.

  

Comunità
Comunità

Supporto senza eguali per far fronte ai bisogni sociali, con un contributo complessivo, in forma di investimenti e donazioni, di circa 500 milioni di euro:

  • supporto delle persone in difficoltà, con l’espansione del programma cibo e riparo per le persone in difficoltà effettuando circa 50 milioni di interventi nel 2022-2025 (pasti, posti letto, medicine e abbigliamento);
  • promozione dell’inclusione educativa e dell’occupabilità giovanile: - lancio di programmi di occupabilità giovanile per oltre 3.000 giovani (es. “Giovani e Lavoro” e “Generation4Universities”) e coinvolgimento di oltre 4.000 scuole e università in programmi di educazione inclusiva (es. progetto WeBecome);
    •    promozione di 3.000-4.000 abitazioni in social housing nel 2022-2025 per i giovani in Italia (es. studenti, giovani lavoratori);
  • assistenza alle persone anziane: 17 - creazione di circa 30 senior community hub per offrire localmente attività sociali / di svago e servizi sanitari e socio assistenziali dedicati;
    •   promozione di 3.000-4.000 abitazioni in social housing nel 2022-2025 per i senior in Italia (es. senior con un reddito limitato, che vivono da soli) 
  • continuo impegno per la cultura: 
    • due nuovi musei delle Gallerie d’Italia a Torino e Napoli e ampliamento degli spazi espositivi a Milano e Vicenza, più che raddoppiando gli spazi espositivi delle Gallerie d’Italia, una delle più importanti collezioni corporate d’arte al mondo, a 30.000 metri quadri nel 2025 da 14.200 metri quadri del 2021.

 

 

  

Fornitori
Fornitori

Acquisti e investimenti per 17 miliardi di euro.

Settore Pubblico
Settore Pubblico

 Imposte (dirette e indirette) per 15 miliardi di euro.

{"toolbar":[]}