{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Educazione

Borse di studio per ridurre il gender gap

Intesa Sanpaolo e Intesa Sanpaolo Innovation Center, in partnership con il Politecnico di Milano, con il progetto GIRLS@POLIMI propongono borse di studio per avvicinare le giovani studentesse ai corsi di laurea STEM.

La disuguaglianza formativa

Il percorso per l’uguaglianza di genere appare ancora molto lungo e complesso. In particolare, nel mondo dell’istruzione sono ancora tante le disparità che riducono l’accesso agli spazi che offrono opportunità per immaginare e sognare un futuro diverso. 
In questo mondo, troviamo ancora tanti vincoli sotto forma di modelli, condizionamenti, stereotipi e disuguaglianze che impediscono alle donne di scommettere sul futuro e di essere protagoniste dei cambiamenti. Vincoli che cambiano il modo in cui le bambine guardano a sé stesse, specie in chiave opportunità future. Vincoli che spesso si formano in famiglia e a scuola e che agiscono nel modellare condizionamenti che orientano le ragazze nello sviluppo di saperi diversi dal mondo matematico – scientifico, avviando di fatto la disuguaglianza formativa che porta le ragazze verso gli studi umanistici.

Opinioni sul gender gap
La disparità di genere nelle scelte universitarie e nel mondo del lavoro

Il 53,3%  dei mille Millennials italiani intervistati – giovani tra i 18 e i 30 anni – si è detta convinta che in una coppia sia utile e giusto che lavorino entrambi.  Il 58,8% delle ragazze sono contrarie all’idea della donna regina del focolare, la pensa allo stesso modo il  46,1% dei maschi [1]

A scuola le ragazze hanno performance migliori dei ragazzi, sono più brave, si impegnano molto, abbandonano meno e approdano numerose all’università. Qui, scelgono di iscriversi in massa nelle facoltà umanistiche e solo in piccola parte in quelle STEM (Science, Technology, Engineering and Mathemathics), ottenendo performance eccellenti. Nell’anno accademico 2018-19 le laureate in tutte le facoltà rappresentano il 57% del totale [2] che indica un maggiore successo delle donne rispetto agli uomini nel completamento degli studi anche in quelli scientifici. Ottime performance che spesso non sono premiate né al livello occupazionale, né salariale, né di carriera. 
Nel difficile periodo che stiamo attraversando le proiezioni dicono che nel mondo saranno le donne le principali vittime dello sconvolgimento socioeconomico prodotto dalla pandemia. Un motivo in più per intervenire sulle molteplici dimensioni della discriminazione femminile.
È necessario agire per fornire alle ragazze sostegno e doti educative che facilitino la crescita delle proprie aspirazioni. È necessario agire per rendere le donne protagoniste e non soggetti passivi delle trasformazioni in atto. È necessario agire subito.

Intesa Sanpaolo partner del Politecnico di Milano per il progetto GIRLS@POLIMI

Noi abbiamo scelto di essere al fianco di chi promuove iniziative che puntano a valorizzare il talento delle ragazze.
Il Politecnico di Milano ha lanciato il progetto GIRLS@POLIMI che vuole avvicinare le studentesse ai corsi STEM assegnando loro borse di studio istituite grazie al contributo dei partner.  
Intesa Sanpaolo e Intesa Sanpaolo Innovation Center sono partner del Politecnico di Milano e hanno scelto di sostenere l’istituzione di otto borse di studio da destinare ad altrettante giovani studentesse meritevoli disposte ad iscriversi ai corsi di laurea STEM.
Le borse di studio copriranno l’intera durata del corso triennale o magistrale. In più, sono previsti anche programmi di mentorship finalizzati al self-empowerment necessario per affrontare il mondo del lavoro.

Siamo certi che anche questa partnership azienda – accademia saprà essere concreta e mirata, perché fondata su due elementi solidi e condivisi: la certezza che l’intelligenza e l’energia delle donne possono essere una leva d'innovazioneil convincimento che il progetto può contribuire a colmare il gap gender e innescare lo sviluppo di competenze capaci di mettere insieme talento, cultura e metodo scientifico. 
Pensiamo che un cambiamento culturale di tale portata abbia bisogno della connessione tra mondi diversi che, dialogando tra loro, possono aiutare le ragazze ad essere imprenditrici del proprio futuro.
Investiamo sul talento femminile per promuovere e portare nella pratica quotidiana nuovi modelli lavorativi e di conoscenza. Sentiamo questo obiettivo come una responsabilità diffusa a sostegno della comunità per la crescita delle persone.  

[1] Fonte Eurispes-“Soprattutto io. Coppie millennials tra stereotipi, nuovi valori e libertà” 2019 
[2]  Fonte MIUR Focus “Le carriere femminili in ambito accademico” Marzo 2020 

Intesa Sanpaolo per l'educazione

Ecco alcune iniziative che sosteniamo per diffondere l'educazione e la conoscenza, garantire il diritto allo studio e sostenere la ricerca e le imprese del Paese

{"toolbar":[]}