{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD","clientIDSh":"9e04155b-dc20-4ad8-b40b-5d4c665631f2","signatureSh":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryptionSh":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyIDSh":"72a8b4f5-7fbb-427b-9006-4baf6afba018","userSh":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Educazione

Giornata internazionale dell'educazione: l'importanza dell'istruzione

La Giornata internazionale dell’educazione 2023 propone come focus il tema “Investire nelle persone, dare priorità all’istruzione” per sollecitare una più forte mobilitazione sull’istruzione necessaria per dare concretezza agli impegni globali assunti con l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. 

Una giornata per ricordarsi che l’educazione è un diritto umano imprescindibile

Dal 2018 l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato il 24 gennaio come Giornata Internazionale dell'Educazione, a celebrazione del ruolo e degli impatti che l’educazione ha nello sviluppo culturale e sociale delle persone e delle comunità.
In questa quinta edizione, la ricorrenza riporta all’attenzione della comunità internazionale e dell’opinione pubblica la necessità di accelerare nella concretizzazione degli impegni assunti da rappresentanti di 130 governi durante il Summit Onu sulla Trasformazione dell'Educazione (TES) del settembre 2022, sottolineando come la priorità degli investimenti sull’istruzione sia una leva forte per il raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile, (SDGs), tra cui “Istruzione di qualità”

 

Speranza e sviluppo del futuro dei giovani: gli appelli al Summit Onu

Nel Summit Onu sulla Trasformazione dell'Educazione (TES) del settembre 2022, la comunità internazionale ha individuato sei appelli all'azione per accelerare il cambiamento:

  1. 1.     rendere le scuole innanzitutto dei luoghi di benessere e sicuri, liberi dal bullismo e la violenza facilitando l’inclusività
  2. 2.     promuovere l’eguaglianza di genere nell’accesso all’istruzione e alle opportunità educative
  3. 3.     valorizzare e rafforzare le competenze degli insegnanti
  4. 4.     promuovere la consapevolezza dell’emergenza ambientale negli studenti
  5. 5.     sfruttare la rivoluzione digitale in corso a vantaggio di insegnanti e studenti
  6. 6.     aumentare le risorse finanziare destinate all’educazione.

Questi appelli sono stati ispirati da questa tesi proposta dai giovani presenti al summit: “se vogliamo sopravvivere e prosperare nella pace planetaria, nella giustizia e nell’uguaglianza, l'educazione è la nostra principale fonte di speranza e di risoluzione".
La dichiarazione evidenzia in modo forte i legami esistenti tra educazione, giustizia nella transizione climatica, uguaglianza di genere parità di genere, inclusione, lavoro e sviluppo sostenibile. 

 

Cosa significa educare: il valore dell’istruzione

Le tecnologie digitali stanno trasformando la nostra vita, aprendo nuovi orizzonti anche sotto il profilo dell’apprendimento e dell’informazione e offrendo maggiori opportunità di crescita, ma portano con sé anche nuovi rischi e incertezze.
In questo stato di fatto le persone possono diventare protagoniste scegliendo di essere cittadini attivi, una condizione che si raggiunge però solo acquisendo, metabolizzando e utilizzando al meglio le conoscenze e le capacità in continua evoluzione. Ed è proprio per tale motivo che l’istruzione rappresenta un diritto e uno strumento necessario per affrontare le sfide che impone il cambiamento continuo.

Garantire il diritto all'istruzione per tutti richiede responsabilità e azioni coraggiose e concrete da parte delle istituzioni e dell’intera società. Ad esempio, la scuola deve essere capace di preparare i giovani di oggi che vivranno in una società di cui possiamo solo immaginare l’evoluzione. Ciò pone alla comunità educante importanti interrogativi sulle materie di studio, sulle competenze da sviluppare e sulle metodologie innovative da adottare. Le istituzioni scolastiche, i docenti, le famiglie, il mondo imprenditoriale e la società civile devono assumersi la responsabilità di creare le condizioni per aiutare i giovani a scoprire le loro attitudini e inclinazioni per crescere e diventare cittadini attivi. Questa azione produce impatti positivi sul terreno dell’orientamento e sulla prevenzione dell’abbandono scolastico.

L’impegno di Intesa Sanpaolo

Investire sull’educazione significa investire sulle persone e sulle nuove generazioni.
Intesa Sanpaolo, infatti, è da anni impegnata nel supportare l’SDGs 4 “Istruzione di qualità” e tale impegno è stato rinnovato anche con il nuovo Piano d’Impresa che indica di investire sull’educazione tenendo alta l’attenzione ai giovani e al loro diritto all’istruzione, alla formazione e all’accesso al mondo del lavoro.

Le azioni concrete per creare valore e futuro

Tanto abbiamo fatto, ma tanto ancora vogliamo fare. Coinvolgendo sempre di più scuole, atenei, insegnanti, studenti, ricercatori e colleghi, continueremo ad avviare e sostenere progetti e iniziative finalizzate a:

  • supportare la scuola dell’infanzia fornendo spunti e strumenti didattici che consentano a insegnanti e genitori di amplificare l’esperienza di apprendimento tenendo sempre al centro i bambini, le loro azioni e i loro linguaggi
  • generare inclusione per contribuire concretamente a rendere l’istruzione uno strumento per ridurre il disagio sociale, le diseguaglianze e la disomogeneità esistente tra diverse aree del Paese
  • - aiutare la Scuola e l’Università nell’accogliere le specificità e valorizzare le capacità e potenzialità di ognuno attraverso modalità educative e programmi di orientamento, azioni di sostegno al merito e alla mobilità sociale e didattiche coerenti ai diversi bisogni per rendere ogni studente protagonista dell’apprendimento
  • - supportare le Università a migliorare ulteriormente la qualità della proposta didattica per formare professionisti in grado di portare valore aggiunto nei contesti sociali di appartenenza e nelle aziende in cui lavoreranno
  • sostenere la crescita di giovani ricercatori attraendo talenti, italiani e internazionali
  • ampliare il dialogo aziende - scuola - università per renderlo sempre più concreto e aperto affinché si comprendano le reciproche esigenze e si attuino strategie efficaci per orientare le scelte degli studenti verso gli ambiti occupazionali più ricercati
  • valorizzare la diffusione della cultura e dell’alfabetizzazione finanziaria verso le giovani generazioni e gli adulti, attraverso numerose iniziative e laboratori offerti dal Museo del Risparmio, il nostro museo phygital dedicato all’educazione finanziaria.

Tutto questo rende concreto il nostro investimento sull’educazione, un impegno che vuole contribuire a migliorare l’accesso a un’istruzione di qualità.
L’istruzione è un motore essenziale per produrre sviluppo sostenibile, progresso sociale e crescita economica. 

 

 

Potrebbe interessarti anche

{"toolbar":[{"label":"Press kit","url":"/it/sala-stampa/PressKit","key":"press-kit"}]}