{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Sociale

(ri) Abilita, agricoltura sociale per i giovani dell'area penale

Intesa Sanpaolo e la cooperativa sociale Semi di Vita insieme nel progetto (ri) Abilita, agricoltura sociale per l’inserimento lavorativo di giovani dell’area penale.

Il progetto (ri) Abilita, agricoltura sociale per l’inserimento lavorativo di giovani dell’area penale nasce dall’incontro tra Intesa Sanpaolo e la cooperativa sociale Semi di Vita di Bari e si sviluppa nel biennio 2020/2021 attraverso iniziative di agricoltura sociale, con l’obiettivo di sostenere il percorso di reinserimento di ragazzi detenuti presso l’Istituto Penale per Minorenni Fornelli di Bari e giovani sottoposti a misure alternative alla detenzione presso le Comunità del territorio.

Le iniziative formative e di inserimento lavorativo di (ri) Abilita si sviluppano attraverso tre filoni progettuali: il progetto di agricoltura sociale La Fattoria dei Primi, sviluppato su un terreno di 26 ettari confiscati alla criminalità organizzata a Valenzano (Bari); il progetto Cardoncelleria Fornelli, supportato dal Ministero della Giustizia, che prevede entro il 2021 la realizzazione di una serra per la coltivazione di funghi cardoncelli e di un laboratorio di confezionamento all’interno del carcere minorile di Bari; l’orto sociale nel quartiere periferico di Bari Japigia, un’area difficile della città.

L’iniziativa nasce dalla coprogettazione, fra Intesa Sanpaolo e Semi di Vita, di un intervento in cui allo sviluppo delle attività di inclusione sociale si affiancano la rigenerazione ambientale e sociale del territorio, la riaffermazione della legalità e l’offerta di un percorso educativo riabilitante per i giovani coinvolti.

Con il progetto ri) Abilita, agricoltura sociale per l’inserimento lavorativo di giovani dell’area penale sviluppato a Bari, Intesa Sanpaolo conferma il proprio impegno in termini di responsabilità sociale e interviene su importanti nodi strutturali della missione Inclusione e Coesione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, promuovendo il lavoro come forza riabilitante per giovani in condizioni di fragilità, realizzando una vera e propria scommessa educativa e facilitando la rigenerazione di beni comuni.

Il Progetto è stato presentato nel corso dell’evento del 22 giugno 2021, la cui registrazione è disponibile qui:

L'intervento è altresì coerente con i seguenti obiettivi SDGs dell'ONU:

iconesdg

Per maggiori dettagli consulta la sezione Sostenibilità.

Intesa Sanpaolo per il sociale

Ecco alcune delle nostre iniziative

{"toolbar":[]}