{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Equator Principles

Gli Equator Principles (EP) sono linee guida internazionali a supporto delle istituzioni finanziarie che si impegnano volontariamente ad applicarle al finanziamento di progetti relativi a grandi infrastrutture e impianti industriali, ad esempio impianti energetici, petrolchimici, miniere, infrastrutture nel campo dei trasporti e delle telecomunicazioni.

Le banche che li adottano (Equator Principles Financial Institutions – o EPFIs), e che successivamente li implementano, si devono dotare di strutture organizzative e strumenti atti a identificare e gestire il rischio sociale e ambientale connesso ai progetti che considerano per il finanziamento.

Lanciati nel 2003 e inizialmente adottati da dieci istituzioni finanziarie, i Principi si basano sui Performance Standard (PS) dell’International Finance Corporation (IFC) della Banca Mondiale e sulle sue linee guida dedicate ad Ambiente, Salute e Sicurezza (EHS Guidelines). Adottati oggi da più di 100 istituzioni a livello globale, gli EP sono riconosciuti come uno tra i più autorevoli standard di riferimento, per il settore finanziario, nel campo della gestione del rischio sociale e ambientale derivante dalle attività di finanziamento. L’adozione dei Principi da parte di un numero sempre crescente di istituzioni finanziarie è una leva fondamentale per la diffusione di buone pratiche e contribuisce a rafforzare, in senso più ampio, il dialogo intorno alla finanza sostenibile. Il 2019 ha visto il lancio, da parte dell’Associazione EP, dei nuovi EP IV, che andranno ufficialmente in vigore a luglio 2020 e che allargano il perimetro di applicazione, con l’inclusione di alcune tipologie di prestito relative a rifinanziamenti e acquisizioni e con l’abbassamento della soglia di applicazione per alcune categorie di finanziamento. Diventano inoltre più stringenti i requisiti per progetti nei paesi OCSE e vi è un chiaro impegno al rispetto dei diritti umani, in linea con i Guiding Principles on Business and Human Rights delle Nazioni Unite (UNGP), e alla lotta al cambiamento climatico con riferimento agli accordi di Parigi del 2015.

In tema di climate change in particolare, i nuovi EPIV fanno esplicito riferimento alle raccomandazioni della Task Force on Climate-related Financial Disclosure (TCFD), chiedendo ad esempio che la valutazione di un progetto includa, fra l’altro, l’analisi sia dei rischi fisici sia di quelli di transizione, sulla base delle definizioni della TCFD.

Intesa Sanpaolo ha preso parte attivamente al processo di revisione fornendo il suo contributo durante i lavori insieme agli altri membri dell’Associazione.

Documenti e link utili

Sito web Equator Principles
 
Gli Equator Principles - giugno 2013
EP Nota per l'implementazione
Performance Standard - IFC
Policy per la sostenibilità ambientale e sociale - IFC

 

{"toolbar":[]}