{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}

Diritti Umani

Intesa Sanpaolo, oltre al rispetto della normativa di riferimento a cui è soggetta in tutti i Paesi in cui opera, è impegnata a individuare, mitigare e ove possibile prevenire, le potenziali violazioni dei diritti umani legate alle proprie attività, come raccomandato dalle più recenti linee guida dell’ONU (Principi Guida su Imprese e Diritti Umani).

In quest’ottica, una specifica policy in materia di diritti umani è stata approvata nel dicembre 2017 dal Consiglio di Amministrazione, riprendendo e sviluppando i principi già presenti nel Codice Etico di Gruppo.

Il monitoraggio del rispetto dei diritti umani nel Gruppo Intesa Sanpaolo

L’implementazione e la progressiva estensione della tutela dei diritti umani viene monitorata attraverso:

  • la verifica dell’attuazione e governo del Codice Etico di Gruppo, che si avvale di una valutazione di parte terza in linea allo standard internazionale UNI ISO 26000, con specifica evidenza degli ambiti riconducibili al tema dei diritti umani;
  • la rendicontazione annuale di sostenibilità, che prevede il coinvolgimento degli stakeholder e definisce gli obiettivi di miglioramento e i relativi indicatori di misurazione, sottoposta alla certificazione di un auditor indipendente, esterno al Gruppo;
  • l’analisi delle aree di rischio potenziale in materia di diritti umani che evidenzia per ogni principio presente nelle convenzioni internazionali i possibili impatti delle attività aziendali sugli stakeholder e la normativa aziendale di riferimento.

Tenuto conto degli esiti dei monitoraggi, Intesa Sanpaolo si impegna a:

  • valutare la necessità di eventuali aggiornamenti della policy;
  • definire linee di intervento per prevenire e mitigare i possibili impatti negativi sui propri stakeholder;
  • emanare, se necessario, ulteriori documenti nell’ambito di specifici diritti e attività.

     

Indicatori di performance in ambito Diritti Umani

Indicatori 2020 2019 2018
Infortuni sul lavoro 173 268 260
Collaboratori iscritti a un sindacato (% sul totale)*
64,2% 64,8% 66%
Collaboratori in part time (% sul totale)
12,2% 11,9% 11,8%
Collaboratori che aderiscono al lavoro flessibile
circa 65.500 circa 17.250 oltre 11.500
Segnalazioni al Codice Etico per presunte discriminazioni
6 12 10
Cause in essere per mobbing**
3 2 0
Segnalazioni per presunte violazioni al Codice Privacy (Italia)
101 77 115
Rapine - Numero di eventi ogni 100 sportelli
0,12 0,46 0,26
Fornitori iscritti al Supplier Gate*** (n.)
7.352 5.569 3.161
Progetti sottoposti a screening Equator Principles****: 
Numero
Importo accordato (milioni di euro)
10
1.181,5
11
825
20
993
Liberalità gestite a livello centrale che sono rivolte a categorie
vulnerabili e svantaggiate (% sul totale)
92% 95% 92%

* Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro di settore copre la totalità dei dipendenti in Italia. La % dei dipendenti operanti in Italia e coperti dal contratto collettivo del credito iscritti ad un sindacato è pari al 79,1%. 
** SoSono in corso tre vertenze di dipendenti in servizio che includono, tra le rivendicazioni, anche quelle per mobbing.
*** Tutti i fornitori inseriti nel portale sono soggetti ad accertamenti sull’etica del business, sul rispetto dei diritti umani, dei diritti dei lavoratori e dell’ambiente. 
**** Nel 2020 l’importo erogato legato a progetti soggetti allo screening degli Equator Principles è risultato pari al 78,4% del totale importo erogato per project finance.

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"},{"label":"Richiedi bilanci","url":"/it/investor-relations/richiedi-bilanci","key":"business-budget"},{"label":"Calendario Finanziario","url":"/it/investor-relations/calendario-finanziario","key":"financial-calendar"}]}