{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Sociale

Golden Links: i legami sono oro

Nasce così il programma Golden Links: i legami sono oro. Da un lato la povertà, quella estrema, che da un po’ di anni colpisce al cuore il nostro Paese. Persone che hanno bisogno di aiuto per trovare un luogo dove abitare degno di essere chiamato casa, generi alimentari, cure mediche e vestiti. Dall’altro le eccedenze di magazzino, capi di vestiario nuovi, spesso non immessi sul mercato. E poi un’idea semplice, sollecitata da chi opera sul fronte caritativo e ci ha raccontato della difficoltà di reperire capi intimi, indumenti e calzature per grandi e piccoli: far incontrare chi produce e chi può distribuirli a chi ne ha bisogno.

Con la collaborazione di grandi aziende clienti della Banca - Goldenpoint S.p.A., Calzedonia S.p.A., Scarpe & Scarpe S.p.A., Camomilla ItaliaPrimadonna S.p.A. -  e attori dell'impegno sociale come Caritas Italiana e il Comitato Promotore S-Nodi Gabriele Nigro abbiamo avviato una bella storia.

Una bellissima storia, che racconta come fattori tra di loro diversi, quali ad esempio le eccedenze di produzione, la fragilità di donne emarginate e di detenuti possano dar luogo, ad una nuova economia di Valore, grazie alla mediazione di realtà non profit territoriali.

Nelle sue due prime edizioni il progetto ha fatto della fragilità la sua forza, infatti sono proprio le persone in condizioni di fragilità sociale che hanno confezionato e assemblato gli indumenti e le calzature recuperati dalle donazioni, e hanno realizzato dei veri e propri kit del dono destinati a persone altrettanto fragili. Gesti semplici, fatti con cura. Un circuito virtuoso per raccontare l’umanità in tutte le sue sfaccettature.

COVID-19 

Golden Links : un aiuto a chi è in ospedale

La forza dei legami del progetto Golden Links ha dimostrato tutto il suo Valore anche nell’emergenza Covid-19.

La catena di relazioni virtuose iniziata nel 2018 e grazie alla quale sono stati già distribuiti 114.000 indumenti, si è rimessa in moto proprio nelle ore più critiche dell’emergenza. Nelle aree più colpite quali quelle di Brescia, Bergamo, Cremona e Padova, Intesa Sanpaolo e Gruppo Calzedonia sono intervenute in uno degli aspetti più drammatici di questa emergenza, il distanziamento sociale e la conseguente solitudine delle persone ricoverate in ospedale. Hanno così deciso di dare un sostegno agli Ospedali San Giovanni XXIII di Bergamo, Spedali Civili di Brescia, ASST di Cremona e Azienda Ospedaliera di Padova, per consentire il ricambio ai ricoverati che non possono ricevere il cambio necessario dalle loro famiglie.

In questo intervento cambiano gli anelli della catena, cambiano le fragilità, ma resta fermo il dna originario di un progetto che fonda sulla catena di relazione la propria forza, così da generare un impatto territoriale che va ad integrare le azioni e le misure che Intesa Sanpaolo sta mettendo in campo a sostegno di persone, imprese e territori in questa emergenza storica così importante per il nostro Paese.

{"toolbar":[{"label":"Aggiorna","url":"","key":"update-page"},{"label":"Stampa","url":"","key":"print-page"}]}