{"clientID":"8f0f2457-784e-48e4-98d6-0415047ebc97","signature":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryption":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyID":"494d1aae-e754-42bc-1137-9a9628244ec6","user":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD","clientIDSh":"9e04155b-dc20-4ad8-b40b-5d4c665631f2","signatureSh":"1b7d588a5acbce37f866186501ec2d14f26b16f94bbb11b0017b314f918129da","encryptionSh":"d00eb0e03501a6b3d0ffac2db4d56565","keyIDSh":"72a8b4f5-7fbb-427b-9006-4baf6afba018","userSh":"C1AAFC8C323DFDA567B3CD7D0E48C3DD"}
Sport

Race to Torino: Sinner fuori. Gli atleti qualificati

Contenuto realizzato in collaborazione con la redazione di Ubitennis diretta da Ubaldo Scanagatta

Alla vigilia del Rolex Paris Masters, Jannik Sinner occupava l'ottava posizione nella classifica costituita dai risultati ottenuti nel corso del 2021. Era quindi virtualmente qualificato alle Nitto ATP Finals che si disputeranno a Torino dal 14 al 21 novembre, mentre Hubert Hurkacz – nono – era il primo degli esclusi.
Gianni Clerici era solito rimproverare i colleghi che in sala stampa durante lo svolgimento di una partita di tennis manifestavano la propria preferenza per un giocatore o per l’altro. Chiediamo quindi scusa al Vate del tennis per avere apertamente fatto il tifo per il nostro connazionale nella speranza che mantenesse o migliorasse l'ottava posizione, realizzando in tal modo l’impresa già compiuta da Matteo Berrettini. La presenza di due azzurri in campo avrebbe costituito un modo meraviglioso per celebrare la prima edizione italiana del torneo che vede protagonisti gli otto migliori tennisti della stagione.
Sinner a Parigi è stato però sconfitto al debutto dal diciottenne fenomeno spagnolo Carlos Alcaraz, mentre Ruud e Hurkacz sono giunti rispettivamente ai quarti e alla semifinale del torneo, facendo propri gli ultimi due slot ancora vacanti. Ruud ha così ampliato il suo vantaggio su Sinner portandolo a 260 punti, mentre Hurkacz è salito dal nono al settimo posto della classifica, superando anche lo scandinavo Casper.
Infatti, poiché prima dell’inizio delle Nitto ATP Finals si disputerà solo il torneo di Stoccolma (il cui vincitore racimolerà 250 punti), Sinner – che vi prenderà parte – non avrà alcuna possibilità di effettuare un sorpasso all’ultima curva ai danni di Ruud anche in caso di vittoria. Casper Ruud diventa così ufficialmente il primo tennista norvegese a qualificarsi per le Finals e Hubert Hurkacz il secondo polacco dopo Wojciech Fibak, che nel 1976 arrivò sino alla finale dove si arrese in cinque set a Manuel Orantes.
 

L’altoatesino e Cameron Norrie saranno le riserve del torneo dei maestri

Jannik Sinner prenderà parte alle Nitto ATP Finals in qualità di prima riserva, e avrà la possibilità di giocare in caso di ritiro di uno dei suoi colleghi; un risultato comunque importante per un ragazzo di appena vent’anni che avrà tante occasioni nei prossimi anni per fare ancora meglio. Il ruolo di seconda riserva è andato invece al britannico Cameron Norrie, che ha preceduto il canadese Félix Auger-Aliassime.

Gli altri verdetti del master di Parigi

Il Masters 1000 parigino è risultato decisivo anche per l’assegnazione del numero uno di fine anno (Novak Djokovic, ça va sans dire), nonché per quelle della terza e della quarta testa di serie; grazie alla semifinale raggiunta Alexander Zverev ha infatti scalzato dal terzo posto Stefanos Tsitsipas, che si è dovuto ritirare al secondo turno per un problema al braccio.
Di seguito come di consueto riportiamo i nomi, la nazionalità e i punti degli otto giocatori qualificati alle Nitto ATP Finals ed in più il numero complessivo delle loro partecipazioni alle Finals – inclusa quella del 2021 – e le eventuali vittorie del torneo; quest’anno saranno presenti quattro passati vincitori del torneo, il numero più alto addirittura dal 1994, anno in cui erano presenti Sampras, Agassi, Becker ed Edberg.
 

Nitto ATP Finals di Torino: atleti qualificati, partecipazioni e vittorie

 

Posizione

Giocatore

Punti

Nazione

Partecipazioni

Vittorie

 

1

Novak Djokovic

9370

Serbia

14

5

 

2

Daniil Medvedev

7070

Russia

3

1

 

3

Alexander Zverev

5955

Germania

5

1

 

4

Stefanos Tsitsipas

5695

Grecia

3

1

 

5

Andrey Rublev

4210

Russia

2

 

 

6

Matteo Berrettini

4090

Italia

2

 

 

7

Hubert Hurkacz

3315

Polonia

1

 

 

8

Casper Ruud

3275

Norvegia

1

 

Prima riserva: Jannik Sinner, Italia, 3015 punti
Seconda riserva: Cameron Norrie, Regno Unito, 2945 punti

Rafael Nadal ha chiuso formalmente la stagione al decimo posto con 2985 punti ma – come è noto – non sarà presente a Torino per un infortunio che lo tiene lontano dai campi di gioco dallo scorso agosto.
Novak Djokovic a Parigi è sembrato avere superato la sconfitta subìta nella finale dello US Open a settembre: riuscirà a vincere il suo sesto titolo eguagliando così il record per numero di vittorie che appartiene a Roger Federer? Oppure Daniil Medvedev confermerà il successo ottenuto lo scorso anno?
Lo sapremo tra quindici giorni.
 

Potrebbe interessarti anche

{"toolbar":[]}